Brasile, ritrovamento pepite scatena nuova corsa all’oro


Talis Andrade

Migliaia migrano in Mato Grosso; ma giustizia blocca scavi

Una piccola pepita (Foto di archivio/Credit: Atl Biella) © ANSAUna piccola pepita (Foto di archivio/Credit: Atl Biella) © ANSA

Nuova corsa all’oro in Brasile: da circa due mesi, migliaia di ‘garimpeiros’ (cercatori) professionisti e dilettanti sono approdati da tutto il Paese a Pontes e Lacerda, cittadina nell’entroterra del Mato Grosso (centro-ovest), dopo il ritrovamento di alcune pepite.

Tutti hanno lo stesso obiettivo: diventare ricchi e cambiare vita. Alcuni hanno addirittura lasciato i propri lavori ufficiali, scommettendo tutto sulla rischiosa avventura. La località è stata ribattezzata ‘Nuova Serra Pelada’, dal nome della regione nello Stato amazzonico del Para’ che nel 1980 divenne la maggior miniera a cielo aperto di estrazione d’oro del mondo. La giustizia federale brasiliana ha però nel frattempo deciso di far chiudere la zona di scavo perché illegale, mandando a casa gli esploratori insieme ai loro sogni. Ansa/ Italia

View original post

Anúncios

Deixe uma Resposta

Preencha os seus detalhes abaixo ou clique num ícone para iniciar sessão:

Logótipo da WordPress.com

Está a comentar usando a sua conta WordPress.com Terminar Sessão / Alterar )

Imagem do Twitter

Está a comentar usando a sua conta Twitter Terminar Sessão / Alterar )

Facebook photo

Está a comentar usando a sua conta Facebook Terminar Sessão / Alterar )

Google+ photo

Está a comentar usando a sua conta Google+ Terminar Sessão / Alterar )

Connecting to %s